Le prove dinamiche con accelerometri hanno lo scopo di analizzare il comportamento dinamico di ponti, viadotti, edifici civili e industriali ed altri elementi strutturali (quali, ad esempio, torri, pali a traliccio, canne fumarie, ecc.) attraverso tecniche di indagine non invasive.

In particolare, per quanto riguarda i ponti e viadotti, si valuta la risposta della struttura che viene sollecitata da forzanti esterne o da vibrazioni ambientali.

Le vibrazioni vengono misurate attraverso accelerometri disposti in punti significativi della struttura e collegati ad una centralina di acquisizione. Tramite l’analisi dei dati, si ricavano le frequenze proprie della struttura e i relativi modi di vibrare.

Applicazioni

  • Caratterizzazione del comportamento dinamico delle strutture (analisi dei modi propri di vibrare, degli smorzamenti e delle deformate modali);
  • Previsione del comportamento delle strutture sotto azioni naturali (come ad es. eventi sismici, vento, etc.), anche tramite la validazione di appropriati modelli numerici;
  • Individuazione di difetti strutturali o di fenomeni degenerativi in atto (valutazione dell’integrità strutturale);
  • Controllo delle vibrazioni indotte sulle strutture (ad esempio da traffico veicolare o lavori stradali);
  • Monitoraggio strutturale, anche in seguito ad interventi di rinforzo
  • Confronto ed integrazione con le tecniche di indagine tradizionale

Strumentazione

ACCELEROMETRI – SISTEMA DI ACQUISIZIONE ED ELABORAZIONE DATI

Normativa di riferimento

D.M. 17 Gennaio 2018, Aggiornamento delle “Norme tecniche per le costruzioni”, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

UNI 10985:2002 Vibrazioni su ponti e viadotti – Linee guida per l’esecuzione di prove e rilievi dinamici

UNI EN 9916:2014 Criteri di misura e valutazione degli effetti delle vibrazioni sugli edifici