Informativa sui Cookie

MONITORAGGI STRUTTURALI: METODOLOGIA DI INDAGINE

Il monitoraggio statico consiste nella misura delle deformazioni nel tempo di strutture interessate da importanti quadri fessurativi di cui si vuole conoscere l’evoluzione, indotti da cedimenti, variazioni termiche, carichi eccessivi, ecc… . Infatti, in questo modo, è possibile agire tempestivamente nel caso che le fessure presentino spostamenti sproporzionati, in modo da impedire il collasso della struttura, ed intervenendo correttamente per limitare la causa del dissesto. La RGM Prove S.r.l. è dotata di sistemi di monitoraggio molto all’avanguardia; essi vanno dalle classiche basi deformometriche rimovibili, che devono essere mantenute per un periodo non inferiore ad un anno e mezzo, per evitare di subire l’influenza delle variazioni di temperatura, a data – logger modem e software di acquisizione dati, che, associati ad inclinometri, sensori di temperatura, comparatori potenziometrici, ecc, si dimostrano strumenti assai efficaci per il monitoraggio a distanza. Il data – logger modem, infatti, riceve i dati dal software di acquisizione, che registra i dati dagli strumenti di misura, e li invia, ad intervalli di tempo pre – impostati (anche ad ogni secondo), ad un computer sito nello studio della RGM Prove S.r.l.. I nostri tecnici provvedono quindi a visualizzare i dati e organizzarli in tabelle e grafici in modo da monitorare l’andamento deformativo delle fessure.

i

Scarica un esempio di relazione di monitoraggi strutturali

Applicazioni

  • Studio dell’evoluzione del quadro fessurativo di strutture soggette a dissesti
  • Monitoraggio statico di ponti e viadotti

Strumentazione

SENSORI DI SPOSTAMENTO – SISTEMA DI ACQUISIZIONE

Normativa di riferimento